Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni

Presentazione del corso

 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il laureato in Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni risponde ad una necessità del settore dell’Ingegneria dell'informazione che richiede figure professionali con specifiche capacità di sintesi, dotati di solida formazione tecnica, capaci di collaborare e coordinarsi con esperti di settori specifici ed in grado di aggiornarsi in maniera autonoma in funzione dell’evoluzione tecnologica del settore.

In questo contesto, il Corso di Studio in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” forma tecnici con una idonea preparazione scientifica di base ed una adeguata padronanza dei metodi e dei contenuti tecnico-scientifici generali dell’Ingegneria. I laureati sono dotati di competenze proprie dell’ingegneria dell’informazione con particolare riferimento alle aree dell'elettronica, delle telecomunicazioni e dell'automazione, in funzione di specifici insegnamenti previsti nella presente guida. In particolare:

•  L’ambito dell’Elettronica si propone di formare una figura professionale in possesso di competenze specifiche nel settore della progettazione e produzione di circuiti, apparati e sistemi elettronici. Il laureato sarà in grado di svolgere attività di gestione tecnico-operativa e di supportare le iniziative di sviluppo tecnico ed imprenditoriale nel settore. Potrà acquisire specifiche conoscenze e competenze tecnologiche nel settore dell'Ingegneria biomedica attraverso la scelta di opportuni insegnamenti previsti a manifesto. Avrà inoltre la capacità di recepire l’innovazione nelle aree di competenza.

•  L’ambito delle Telecomunicazioni ha come obiettivo quello di assicurare ai laureati una adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, propri del settore della tecnologia dell'informazione (ICT) e specifici nell’ambito delle telecomunicazioni con riferimento anche alla telematica e  alla  trasmissione ed elaborazione dell'informazione. Obiettivo formativo sarà anche quello di fare acquisire ai laureati specifiche conoscenze nel settore delle tecnologie elettromagnetiche con particolare riferimento  agli aspetti di propagazione e valutazione dell'impatto di soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale.

•  L’ambito dell’Automazione è orientato a formare figure professionali con specifiche conoscenze e competenze nel settore dell’automazione industriale. L’obiettivo è quello di formare laureati in grado di fornire supporto tecnico a problemi di automazione, supervisione e controllo di singoli processi industriali e contribuire efficacemente alla gestione integrata di sistemi nell’ambito di strutture operative complesse.

Il laureato in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” acquisisce padronanza dei temi trattati con livelli di conoscenza e capacità di comprensione avanzate; possiede altresì una preparazione adeguata per la prosecuzione verso livelli superiori di formazione (Master e Lauree magistrali).

 

PROFILI PROFESSIONALI

Le conoscenze e le competenze acquisite dal laureato in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” gli consentono di proseguire gli studi verso i livelli di formazione superiori rappresentati sia dalle Lauree Magistrali di riferimento sia dai Master universitari di I livello. Può inserirsi anche, rapidamente e con buona capacità produttiva, nel mondo del lavoro nei diversi ambiti di competenza. In particolare, nell’ambito dell’Elettronica e dell’Automazione, i possibili sbocchi occupazionali riguardano, principalmente, le aziende di progettazione e produzione di componenti, apparati e sistemi elettronici, le società produttrici di componenti e sistemi per l’automazione (apparati di automazione e controllo, controlli numerici, macchine utensili e robotica, etc.), le industrie biomediche produttrici e fornitrici di sistemi, apparecchiature e materiali per diagnosi, cura e riabilitazione, le aziende ospedaliere pubbliche e private e le società di servizi per la gestione di apparecchiature ed impianti medicali, i diversi settori della pubblica amministrazione ed imprese di servizi che applicano tecnologie ed infrastrutture tipiche dell’ingegneria dell’informazione. Nel campo delle Telecomunicazioni la figura professionale trova interesse in aziende di progettazione, produzione ed esercizio di apparati, sistemi ed infrastrutture di reti finalizzate all'acquisizione, elaborazione e trasporto dell'in- formazione su reti fisse e mobili, nonché aziende che operano nei settori della telematica e della multimedialità in rete quali ad esempio commercio ed editoria elettronica, servizi internet, telemedicina e telesorveglianza; ulteriori opportunità occupazionali riguardano le imprese pubbliche e private di servizi di telecomunicazione.

Il laureato in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” è in grado di applicare le conoscenze acquisite dimostrando capacità di comprensione e attitudine alla sintesi dei problemi nonché un approccio professionale al lavoro nei settori che caratterizzano il Corso di Laurea. È in grado di seguire gli aggiornamenti legati all’evoluzione della tecnologica nel settore dell’Ingegneria dell’informazione e possiede buona capacità di analisi tale da consentirgli adeguati livelli di autonomia di giudizio su argomenti relativi al proprio campo di studio. Pertanto, il laureato in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” si presenta come un tecnico i cui ruoli principali riguardano:

  • tecnico esperto nella progettazione di circuiti, apparati e sistemi elettronici di media complessità;
  • tecnico esperto con compiti di progettazione, collaudo e controllo di sistemi di telecomunicazioni e telerilevamento;
  • responsabile tecnico per la gestione dei sistemi elettronici e degli apparati per le telecomunicazioni;
  • responsabile tecnico per la gestione dei servizi telematici e controllo dell'impatto fisico-ambientale di soluzioni
  • ingegneristiche;
  • coordinatore di attività di manutenzione e controllo di apparati nell’ambito dell’elettronica e delle telecomunicazioni.
  • tecnico esperto nello sviluppo e gestione di apparati e sistemi per l’automazione industriale, di singoli impianti o processi;
  • tecnico esperto nella realizzazione e gestione di dispositivi e sistemi biomedicali;
  • organizzatore e gestore di attività produttive.

Alcuni dei ruoli precedentemente citati sono vincolati all’effettiva presenza nel piano di studio dello studente di esami opportunamente scelti nell’ambito della presente guida.

Il laureato in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” può anche esercitare la libera professione, secondo i requisiti previsti dalla normativa vigente, previo superamento dell’esame di stato per l’iscrizione alla sezione B dell’albo professionale degli ingegneri - Ordine Professionale degli Ingegneri, sezione B “Ingegnere Junior”.

 

REQUISITI DI INGRESSO

Non sono previsti requisiti di accesso tranne il superamento del test di ingresso OFA (si vea "Per Iscriversi").

Nel caso di non superamento del test OFA, lo studente non può sostenere i seguenti esami:

  • Analisi Matematica
  • Fisica
  • Geometria
  • Calcolo numerico

 

ARTICOLAZIONE DEL CdL

Il Corso di Laurea in “Ingegneria elettronica e delle telecomunicazioni” prevede insegnamenti comuni al I anno (60 CFU) e al II anno (57 CFU). Al III anno è previsto un carico didattico pari a 63 CFU con insegnamenti che si differenziano in funzione del percorso formativo scelto dallo studente per complessivi 57 CFU, di cui parte obbligatori e parte a scelta, ed una prova finale valutata in 6 CFU.


ARTICOLAZIONE INSEGNAMENTI

L’attività didattica si svolge con lezioni, esercitazioni di laboratorio, seminari specialistici. La frequenza per le lezioni in aula non è obbligato


MODALITÀ DI FREQUENZA

Libera


ATTIVITA' FORMATIVE

L'attività formativa prevede lezioni frontali e laboratori al fine di acquisire conoscenze, competenze e abilità capaci di aprire al mondo del lavoro.


ESAMI DI PROFITTO

Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.


PROVA FINALE DI LAUREA

La prova finale consiste nella stesura di un elaborato/tesi seguito e valutato da un docente-relatore.


ACCESSO A STUDI SUCCESSIVI

Master di I livello e Laurea Magistrale.

 
ultimo aggiornamento: 28-Ott-2016
UniFI Scuola di Ingegneria Home Page

Inizio pagina